IL MIO SALONE DEL MOBILE CON HOOVER

Dopo anni di fuorisalone, lavorando in eventi a contatto con il pubblico del design, quest’anno, ho lavorato dalla parte B2B. Hoover e Bonsai Ninja, mi hanno coinvolto per il lancio di KEEPHEAT, un forno innovativo che permette di conservare a caldo. La presentazione ufficiale è avvenuta a EuroCucina, per il Salone del Mobile, dove ho realizzato numerose demo con degustazione, per operatori internazionali. Mi hanno incaricato di realizzare una media 3 show cooking, al giorno, proponendo varie ricette internazionali. Piccolo dettaglio di costume, questa avventura ha avuto come teatro 1200 mq di stand super tecnologico, altri due Chef del calibro di Phlippe Rogé (Ambassador del top brand Rosiere) e Cristiano Tomei e forse un centinaio di persone, tra hostess, salsesman e top management del gruppo Candy. Tensione e adrenalina sono state le mie compagne di vita, durante questa settimana, in cui tenere il ritmo costante e la cucina sempre attiva, è stato tanto impegnativo, quanto appagante. Una di quelle esperienze che ti fanno prendere consapevolezza di energia e professionalità che forse avevi sottovalutato. Ma quando un marchio prestigioso come Hoover si affida a te per trasmettere, agli operatori di mezzo mondo, i valori della marca, l’autostima lievita come un soufflè.

 

Annunci

KEEPHEAT HOOVER INNOVATIVO PER VOCAZIONE.

Nella mia mentalità, la parola innovazione è una specie di mantra. Fermarsi nella propria confort zone, è sicuramente comodo e rassicurante, ma non è avventuroso, non facilita il processo creativo, non fa evolvere. Nel 2017, per lavoro, ho incontrato Hoover, top brand del Gruppo Candy. Che sia stato amore a prima “innovazione”, è facile da intuire, visto che, oggi, sono a EuroCucina, al Salone del Mobile a raccontare, con demo e degustazioni, l’ultima pazzesca novità dell’azienda: KEEPHEAT, primo e unico forno progettato anche per conservare. Incredibile, no? Grazie alla tecnologia brevettata Exever™, KEEPHEAT cuoce e conserva il cibo al caldo, a 62 o 70 gradi, a seconda dell’alimento, mantenendolo “ready to serve” in qualsiasi momento. L’industrializzazione di questa appliance è frutto di importanti investimenti in ricerca e sviluppo ed è stata sviluppata in collaborazione con ricercatori dell’Università di Parma.

KEEPHEAT è stato, inoltre, progettato per realizzare un sistema di cottura professionale delle pietanze, a bassa temperatura. Con questa tecnica, vengono preservate, al meglio, le proprietà organolettiche del cibo e si ottiene una cottura perfetta delle pietanze.

Mi sto divertendo come un bambino…. mai più senza.

SHOOTING OH YEAH

Toccata e fuga a Milano per uno shooting, con un regista, con cui avevo lavorato per il film per il padiglione azero di Expo2015. A volte ritornano! Era stata una grandissima sfida, stravinta con un team di grandissimi professionisti e con effetti speciali a pioggia.

A questo giro, nuovo cliente e nuova casa di produzione, insieme alla mia assistente Ilaria.

Era lo shooting per il commercial di un prodotto tecnologico, per il mercato home. E i piatti di scena sono i miei.

Nonostante non conoscessi il team della casa di produzione, è scattata l’intesa e dopo una riunione di qualche ora, avevamo le idee chiare. La giornata di preparazione è stata intensa, ma molto proficua, segnata da continui scambi con il cliente, a cui ho sottoposto le prove di impiattamento, ricevendo prontamente il feed back. Questa armonia ha facilitato e velocizzato la giornata di set, che è filata liscia come raramente accade.