MASSERIA CASELLI. LA PUGLIA, IO E GLI STRANIERI.

Quasi due anni fa, un’esperienza intensa e fisicamente molto impegnativa, in Puglia, nella cucina della Masseria Caselli. Cucina pugliese e mediterranea per clientela prevalentemente straniera. Ritornano alcuni dei mie tratti distintivi in questa esperienza. La Puglia, che amo al punto di aver comperato un terreno con 101 ulivi secolari, da cui produco il mio olio, che ho chiamato Zerodue, come il prefisso di Milano. E’ il mio buen retiro. Ma vorrei che diventasse sempre più anche un business. E’ un terreno assolato e tranquillo, di forma regolare, con colori e profumi che tolgono il fiato. Il mio sogno, per il futuro, è creare un piccolissimo resort. L’altro aspetto bello di questa esperienza è stato cucinare per gli stranieri, far capire, oltre che apprezzare la nostra cucina, con un approccio antropologico non convenzionale, che mi ha dato una gran carica emotiva e soddisfazione personale.

SOUS VIDE. CUCINARE SOTTO VUOTO A BASSA TEMPERATURA

Mantenere le proprietà organolettiche del cibo, ottenere una cottura perfetta e controllare l’apporto calorico, tutto in uno, con la cottura sous vide. Per questa ricetta sono bastate 6 patate novelle a pasta gialla e rossa, un mix di odori a piacere e sale grosso. Tutto in busta, sottovuoto e poi cottura con la macchina sous vide. Per il pesce ho scelto un semplice persico in tranci, olio e odori.