BACKSTAGE TRENTIN GRANA. LEZIONE DI PURISMO.

Il mio lavoro sul set di Trentin Grana. Questo è stato un lavoro che posso definire complicato, sebbene sia andato liscio come pochi. utilizzo raramente il grana come ingrediente. Sono un purista, lo mangio così. In compenso è stato divertente impiattarlo in modo creativo. Mi piace usare i fiori e, secondo me, non può mai mancare del verde nei piatti. Quando un piatto è bello, si esalta anche la sua bontà.

BACKSTAGE OSELLA CON ANDREA CAMPI

Sul set di Osella con Andrea Campi, girato all’Aprica. In questo lavoro ho avuto l’opportunità di confrontarmi in modo diretto con uno chef come Andrea Campi, con cui ho legato subito. E’ stata anche una bella esperienza umana, oltre che professionale. Ci sono giornate di lavoro e poi ci sono giornate come queste, da cui esci arricchito. Anche in senso metaforico, umano e culturale. Poi a fine lavoro fai serata e il giorno dopo ringrazi da Buddha fino a Toro Seduto che il lavoro sia finito e che ti aspetta solo il viaggio di ritorno verso casa.

BACKSTAGE NESTLE’

Backstage spot cioccolato Nestlè. La realizzazione della tavola di cioccolato è stata fatta sulla base di un mio disegno. Ho un passato da attrezzista, un’idea degli effetti speciali e di come realizzarli ce l’ho. Con le mani farei tutto e forse ho davvero fatto tutto. Anche i disegni.

BACKSTAGE AIA

Backstage spot Aia. Sono cresciuto in questo mondo, con una madre produttrice e facendo i lavori più diversi sui set. Poi in qualche modo la nostra storia è segnata, il nostro destino ci fa tornare sempre sul luogo del delitto. Oggi che ho deciso di dedicare la mia vita alla cucina e al cibo, mi ritrovo ancora sui set, con le persone con cui sono cresciuto, a fare lo stesso lavoro, ma in modo diverso. L’ossessione per il cibo e l’adrenalina dei set in un’unica esperienza. E mi pagano anche!

BACKSTAGE CON EFFETTI SPECIALI

Il mio lavoro in collaborazione per gli effetti speciali, in produzioni internazionali, per soft drink e yogurt. Esperimenti di cucina molecolare. Sono sempre stato affascinato da Ferran Adrià, che considero un genio assoluto con una mano da maestro. Mi piace provare e sperimentare e nel tempo ho acquisito un know how importante su queste tecniche, che utilizzo volentieri sia per i commercial, che per gli eventi live, in cui si cerca di creare un engagement con il pubblico che assiste e assaggia i nostri esperimenti arditi. Di recente a un evento sul packaging alla Milano Design Week, ho proposto dei bicchierini con spuma di ananas fresco e caviale di frutti rossi. Ho usato il sifone in diretta per ottenere la spuma e con delle siringhe ho realizzato la sferificazione del succo di frutta.

AZERBAIJAN. FILM PER PADIGLIONE AZERO EXPO2015

Expo2015 è iniziato. Milano è un casino pazzesco, ma si sente l’energia che pulsa, proprio come alla Milano Design Week, da poco trascorsa e a cui ho lavorato per un evento sul packaging, per cui mi hanno confermato per il secondo anno. Con i 10 milioni di biglietti che sono stati venduti, Expo sarà sicuramente un evento di respiro internazionale, secondo me, quello che mancava a Milano. Qui sono nel backstage del film del Padiglione azero a Expo2015. Ho preparato il food per il film che sarà proiettato nel prossimo semestre. Poco si conosce dell’Azerbaijan e della sua cucina, dei profumi e colori delle sue spezie. Mi è piaciuto lavorare a questo progetto, forse perché internazionale. Mi ha risvegliato il mio istinto atavico di viaggiatore.